Crea sito

L’Altopiano della Vigolana nelle immagini d’epoca

L’Altopiano della Vigolana ha proposto alcune mostre legate al Centenario della prima guerra mondiale, offrendo così un percorso tra le immagini degli ultimi cento anni della sua storia.

Per approfondire:


Teleferica della Vigolana - proprietà Biblioteca Vigolo Vattaro, diritti riservati
Teleferica della Vigolana – proprietà Biblioteca Vigolo Vattaro, diritti riservati

La mostra “Memorie e Foto dell’Altipiano“, inaugurata con un breve inquadramento storico a cura di Daiana Boller, è un’interessante mostra fotografica che vi porterà alla scoperta di questo territorio durante il periodo della Prima Guerra Mondiale.

Oltre a scatti provenienti dagli archivi militari, che illustrano i laboratori militari presenti in zona, la costruzione della teleferica, uno dei plinti della quale è stato restaurato dal Gruppo Alpini di Vattaro, e la vita dei militari in questi paesi, che rappresentavano la retrovia del fronte degli Altipiani Cimbri, la mostra raccoglie alcune testimonianze delle persone del posto, profughi e non.


Una seconda mostra “Bison scampar! Memorie vigolane della Grande Guerra.“, è una raccolta di testimonianze che non ha alcun intento storiografico, ma vuole semplicemente ricostruire la situazione civile di Vigolo Vattaro e in parte dei paesi vicini durante la prima guerra mondiale.

Altopiano della Vigolana nelle immagini d'epocaI curatori l’hanno fatto attraverso i ricordi e le testimonianze di tante persone che nel corso degli anni hanno lasciato un patrimonio inestimabile che fotografa, attraverso i loro occhi e le loro parole, a volte sgrammaticate ma assolutamente efficaci, un’intera comunità e le sue vicissitudini nel corso del tragico evento bellico.

Sono visi di persone  quasi tutte ormai scomparse che ci consegnano una storia non più fatta di date e di avvenimenti ma fatta di ricordi dolorosi, a volte struggenti, di piccoli e grandi eroi della vita di ogni giorno. I curatori hanno volutamente omesso i loro nomi e li propongono così come sono, senza aggiunte od interventi, con tutta la loro forza e umanità.

La mostra, già allestita nelle cantine del Municipio di Vigolo Vattaro, accompagnata dall’esposizione di quadri “Cent’anni dal tragico evento“, si compone di una decina di pannelli con testimonianze scritte e fotografiche e di una sala in cui vengono proiettati contributi video sull’argomento.

I materiali possono essere esposti contattando la Biblioteca Comunale dell’Altopiano della Vigolana (sede centrale di Vigolo Vattaro tel: 0461-845001).

Altopiano della Vigolana nelle immagini d'epocaLa mostra “Grande guerra, la Vigolana si racconta” è frutto di un progetto del Piano giovani di Zona dell’Altopiano della Vigolana.

Il progetto è nato da un gruppo di ragazzi dell’Altopiano (che hanno partecipato attivamente alla creazione e alla realizzazione del progetto “Vigolana in Raw” del 2013) con l’intento di dare continuità e di sviluppare ulteriormente l’attività di ricerca sul territorio realizzata l’anno precedente con il Consorzio Turistico dell’Altopiano della Vigolana e la Biblioteca intercomunale di Vigolo Vattaro.

La mostra fotografica “La Grande Guerra, la Vigolana si racconta” raccoglie una una serie di fotografie risalenti al primo conflitto mondiale scattate sull’Altopiano della Vigolana, ma non solo. Il progetto aveva individuato le numerose località chiave della Prima Guerra Mondiale presenti sul territorio dei quattro ex Comuni dell’Altopiano: Bosentino, Centa San Nicolò, Vattaro e Vigolo Vattaro. La parte fotografica, curata dal fotografo Mauro Zorer assieme ai ragazzi partecipanti al progetto, ha preso spunto dalle numerose testimonianze scritte riguardanti le persone ed i luoghi indagati. Lo scopo della mostra è quello di promuovere la conoscenza del nostro territorio e della nostra storia, valorizzando l’identità locale attraverso le vicende della Prima Guerra Mondiale che hanno segnato le generazioni a venire.

La documentazione fotografica esposta è quindi una raccolta di contributi creati ex-novo e documenti già presenti negli archivi del territorio.

Il progetto ha previsto una mappatura delle numerose località-chiave della Prima Guerra Mondiale presenti sul territorio dei quattro Comuni: Vigolo Vattaro, Vattaro, Centa San Nicolò e Bosentino, con la raccolta di fotografie dell’epoca o attuali e testimonianze.

Altopiano della Vigolana nelle immagini d'epocaAnche l’Amministrazione Comunale di Bosentino ha proposto un’interessante mostra: “Saluti da Bosentino“, un viaggio nel tempo attraverso le cartoline illustrate che pubblicizzavano il paese come località di soggiorno estivo.

Un viaggio per scoprire il passato e per assaporare il presente in un percorso che si snoda sia tra le vie del centro storico che presso il Palazzetto comunale di Bosentino: un confronto tra quello che era ieri e quello che è oggi, per vedere Bosentino con occhi diversi .

Altopiano della Vigolana nelle immagini d'epocaA chiusura della mostra a Vigolo Vattaro è stato messo in scena lo spettacolo multimediale “Quinto non ammazzare. La piccola pace nella grande guerra”, spettacolo multimediale di Giliola Galvagni e Andrea Lorusso, un mix tra recitazione, musica e disegno dal vivo.

Ambientato nelle Fiandre durante il periodo di Natale del 1914, in piena Prima Guerra Mondiale, lo spettacolo racconta attraverso il diario del fuciliere inglese Turner, della “Piccola Pace”: una tregua concordata con i soldati avversari: insieme decidono di ribellarsi agli ordini e di festeggiare il Natale in armonia, senza combattere.

Daiana Boller

Daiana Boller (Trento, 1981) vive a Vattaro, dove è collaboratrice nella ditta di famiglia, impegnata nel settore della commercializzazione internazionale di legname da lavoro e costruzione. Si è laureata in storia locale a Trento con una tesi sul principe vescovo Alessandro di Masovia (1423-1444) ed è laureanda in Storia della civiltà europea con una tesi monografica sullo stesso argomento.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: