Crea sito

Contributi del Servizio Attività culturali trentino

Contributi Servizio Attività culturaliContributi del Servizio Attività culturali della Provincia Autonoma di Trento per i progetti e le iniziative culturali.

Si tratta ovviamente delle iniziative di livello provinciale, in quanto il finanziamento di quelle di livello comunale è demandato ai singoli Comuni.

Le domande devono essere presentate con una delle seguenti modalità:
a) consegna diretta presso il Servizio Attività culturali o presso gli sportelli di assistenza ed informazione al pubblico della Provincia;
b) a mezzo posta mediante raccomandata con ricevuta di ritorno; ai fini dell’ammissione fa fede la data del timbro dell’ufficio postale accettante;
c) a mezzo fax al numero del Servizio Attività culturali;
d) per via telematica alla casella di posta elettronica certificata [email protected].
e) per i soggetti abilitati è possibile la compilazione e la trasmissione della domanda on-line, avvalendosi dell’apposito modulo interattivo reperibile all’indirizzo: www.modulistica.provincia.tn.it.

Per informazioni, contattare il Servizio Attività culturali della Provincia autonoma di Trento:

infoIndirizzo: VIA ROMAGNOSI, 5 – CENTRO EUROPA P.T.
Telefono: 0461.496914
Fax: 0461.495080
E-mail: [email protected]
Pec: istituzionale [email protected]
Responsabile: dott. Claudio Martinelli

Riferimenti normativi:

– legge provinciale 3 ottobre 2007, n. 15, (Disciplina delle attività culturali), e successive modificazioni
– art. 6 della legge provinciale 25 luglio 2002, n. 9 (Utilizzo della musica per finalità rieducative nei confronti di soggetti affetti da handicap)
– decreto del Presidente della Provincia del 16 ottobre 2012, n. 22-97/Leg.
– “Criteri e modalità per la concessione delle agevolazioni economiche a sostegno delle attività culturali di rilievo provinciale e delle attività che prevedono l’utilizzo della musica per finalità rieducative nei confronti dei soggetti affetti da handicap” – testo approvato con deliberazione della Giunta provinciale n. 913 del 17 maggio 2013.

Daiana Boller

Daiana Boller (Trento, 1981) vive a Vattaro, dove è collaboratrice nella ditta di famiglia, impegnata nel settore della commercializzazione internazionale di legname da lavoro e costruzione. Si è laureata in storia locale a Trento con una tesi sul principe vescovo Alessandro di Masovia (1423-1444) ed è laureanda in Storia della civiltà europea con una tesi monografica sullo stesso argomento.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: