Crea sito

Portobeseno ripristina il confine

Portobeseno ripristina il confinePortobeseno ripristina il confine di castel Pietra in Vallagarina.

Le Autorità locali firmeranno presto un accordo sulla gestione del traffico all’altezza del castello. L’attivazione del confine permetterà di tenere sotto controllo il flusso di automobili, merci e persone.

L’attivazione del confine è prevista per il giorno 23 ottobre 2016. In tale giornata si svolgeranno delle iniziative fuori e dentro il castello, è consigliato presentarsi muniti di un documento di riconoscimento valido.

* – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – *

INCONTRI SUL CONFINE
Castel Pietra, Calliano
Domenica 23 Ottobre 2016
dalle ore 10 alle 19

* – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – * – * – * -* – *

Un’intera giornata dedicata ai 5 secoli della “fine del confine” di Castel Pietra con esposizioni, laboratori, visite guidate, musica.

La Chiusa di Castel Pietra ha perso nei secoli la funzione di barriera militare, di “porta per la Germania”. Ora un flusso continuo di autoveicoli scorre davanti al vecchio confine, una parte del Murazzo (lo sbarramento murario che impedì l’invasione militare dei veneziani) ospita delle abitazioni, il resto giace sommerso dalla vegetazione.

I curatori di Portobeseno, visto l’attuale momento storico-sociale, riattiveranno la funzione del Murazzo e interrogheranno il concetto stesso di CONFINE attraverso degli interventi che segnaleranno l’esistenza di demarcazioni materiali e mentali.

PROGRAMMA

ore 10 – Presentazione installazioni
– LA LINEA D’ORO di Flavio Marzadro, fotografie di Matteo De Stefano
– CINQUECENTO CONFINI di Sara Maino e Davide Ondertoller
– LA BANALITA’ DEL CONFINE a cura di Trento ASA

ore 11 – Analisi di un paesaggio culturale, visita guidata a cura di Elvio Pederzolli

dalle ore 12 – Pranzo con specialità di frontiera @ 12 euro (i posti sono limitati vi consigliamo di prenotare goo.gl/Yvbamw )

ore 15 – Castel Pietra a colori, laboratorio per bambini

ore 16 – Italia Germania 4-3 DJ set

ore 19 – Chiusura manifestazione

SCHEDA EVENTO
http://www.portobeseno.it/blog/?p=7455

PHOTOSET FLICKR
goo.gl/kZdNTm

FACEBOOK
goo.gl/yhLese

forte_di_Cadine_-_TrentinoINFO EVENTO
ingresso gratuito; per tutta la durata dell’evento funzionerà il servizio ristorazione
www.castelpietra.info www.portobeseno.it

Evento ideato e realizzato da Portobeseno e Flavio Marzadro in collaborazione con Castel Pietra, TST Trentino Storia Territorio e Associazione Fotografica TrentoASA.

*INSTALLAZIONI*

LA LINEA D’ORO
L’esposizione di immagini documenta un’azione svolta dall’artista Flavio Marzadro dentro e fuori dalle mura di castel Pietra: la posa di piccole foglie d’oro sulla vecchia linea di confine tra la Repubblica di Venezia e il Principato Vescovile di Trento.
Abbiamo pensato a un intervento che potesse dare dignità e contemporaneamente segnalare l’esistenza di questa demarcazione. Abbiamo pensato all’oro, alla speranza di chi varca un confine, al “tesoro” che porta una persona quando attraversa una demarcazione, al denaro che serve per uscire da uno spazio familiare (conosciuto, rassicurante) per entrare nella terra dell’incertezza.
Progetto di Flavio Marzadro con fotografie di Matteo De Stefano, a cura di Portobeseno.

CINQUECENTO CONFINI
L’Installazione prodotta da Portobeseno e curata da Sara Maino e Davide Ondertoller propone una riflessione sul paesaggio sonoro ed etnografico di Castel Pietra.
I suoni ambientali qui raccolti e le memorie orali delle persone che hanno abitato questi luoghi si incontrano, si oppongono, si fondono. Storie e ambienti sonori con le loro vibrazioni attraversano il confine evocato, propagano eco che si moltiplicano e differenziano nei secoli, giocano sulle frequenze del suono, alla scoperta di altre frontiere.

LA BANALITA’ DEL CONFINE
ovvero c’è un limite a tutto/i/e/*
L’Associazione fotografica Trento ASA indaga il tema del Confine (fisico e mentale) esplorato nelle sue innumerevoli sfaccettature.
L’installazione offre una molteplice declinazione che porta il concetto ad essere positivo o negativo, violento o pacifico, condiviso o contrapposto, simbolo di unione o divisione, criterio di giustizia o inspiegabile ingiustizia.

*LABORATORI E VISITE GUIDATE*

ANALISI DI UN PAESAGGIO CULTURALE
Luoghi di culto, montagne comunitarie e castellieri.
Elvio Pederzolli, conduce una speciale visita guidata al panorama lagarino offerto dagli spalti di castel Pietra.
Panorami che crediamo familiari e di conoscere hanno molto di più da raccontare. Ben più di quanto comunemente si pensi. Dall’alto di un castello emergono quindi storie che portano, a volte, molto lontano. Lontano nel tempo, nello spazio, nella percezione.
Dagli spalti di una vecchia chiusa lungo la strada da e per il Nord conosceremo la Lagarina a fondo, e ci stupirà.

CASTEL PIETRA A COLORI
Disegniamo, ritagliamo e creiamo il nostro castello a partire da riproduzioni di antiche stampe e fotografie di un tempo che ritraggono la Rocca, i suoi affreschi e il paesaggio lagarino.

Il progetto Portobeseno, viaggio tra fonti storiche e sorgenti web è sostenuto da Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, Provincia Autonoma di Trento, Comunità della Vallagarina, Comune di Besenello, Comune di Calliano, Comune di Volano.

Evento finanziato con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Cassa Rurale Alta Vallagarina.

Daiana Boller

Daiana Boller (Trento, 1981) vive a Vattaro, dove è collaboratrice nella ditta di famiglia, impegnata nel settore della commercializzazione internazionale di legname da lavoro e costruzione. Si è laureata in storia locale a Trento con una tesi sul principe vescovo Alessandro di Masovia (1423-1444) ed è laureanda in Storia della civiltà europea con una tesi monografica sullo stesso argomento.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: